Anuncio

AMICI LETTORI, SPERO CHE QUESTO NUOVO BLOG VI PIACCIA CHE E' DEDICATO AI NOSTRI AMICI A QUATRO ZAMPE, CORDIALI SALUTI DELLA VOSTRA AMICA ISABEL. VI ASPETTO NUMEROSI!!!

sabato 15 ottobre 2016

Giorgina la coniglina nera


Hi gorgeous! Hou are you. I'm Giorgina .
 Once upon a time… (cioè, c’era una volta) …  Agli albori della Creazione che la nostra specie fu creata ... no, non andiamo troppo indietro ma vi racconto lo stesso la mia storia e il motivo per cui mi trovo qui in fattoria
 Sono una coniglietta americana, con il pelo nero, occhi scuri, nata nello Stato della Giorgia e per questo motivo i miei, che ci tenevano tanto ai nomi, mi hanno chiamato Giorgina, purtroppo sono rimasta orfana. Papà e mamma O’Hara, si sono abbrustoliti nel' incendio di cui fa riferimento “Via col Vento”, insieme con loro ci sono arrostiti anche tanti altri, non vorrete mica che ve ne faccia l'elenco spero, c'é un sacco di gente in quella pellicola   …. Oh per dindirindina ...
E' si, è stata una tragedia e per campare povera me, schiava, a lavorare nelle piantagioni di cottone. Mai un momento di sosta per una bibita del luogo che poi essendo io del posto la Coca Cola me la passavano gratis! No, niente pause, sembrava di sentire il Faraone egiziano quando diceva agli israeliti: “<- lavorate, lavorate ... siete fannulloni, siete fannulloni ...>'' E', che è tutto questo lavorare? Ma guarda sto disgraziato, lavorassi lui, mo gli tiro un papiro in testa! Ebbene, dal momento che allora le cose stavano così e non c’era nessuno per liberarci dal peso del cotone, (altro che i mattoni nel antico Egitto), ho dovuto fare un esposto e reclamare alla Società che protegge noi Animali per questo abusivismo, oltre poi, alla consuetudine ormai millenaria di partorire coniglietti in continuazione, perché questa sia ben chiaro, è anche una schiavitù!  Pensate, mi sono pure presentata con dei enormi cartelloni con la scritta adeguata agli studi televisivi di ''The King Show'', che erano vicini a casa mia, risultato? Mi hanno detto: < - sai piccina mia, da quando il mondo è mondo le conigline continuarono sempre a fare tanti coniglini >''. Oh che erano modi di rispondere quelli? Non pensate che mi sia arresa, a questo punto sono andata ad Atlanta a casa della Julia Roberts a presentargli le miei rimostranze al che lei mi ha risposto: “< -domani è un altro giorno e si vedrà” … >… uh … tutti uguali questi attrici, non bastava già la Rossella in quel film!
Ah … se ci fosse stato almeno il paesano mio Martin Luther King, lui si che mi avrebbe capita, in fondo eravamo dello stesso colore …
 Basta mi son detta, andatevene tutti a quel paese di cui fa menzione Alberto Sordi e facendo i bagaglini, chiese asilo politico all'Italia trasferendomi poi nella Fattoria dove vive Isabel l’inquilina portoghese. Ho pensato, almeno qui da queste parti durante il lavoro la pausa pranzo c'è, e si sei furbetta, ti puoi pure assentare per qualche oretta (basta solo che al Senato non lo sappia il Brunetta (cavolo fa tutto rima),  e il gioco è fatto! Ma, dico io, la tazzina di caffè se ne andrà pure lui a prendersela al bar, no?
Bene, cambiamo argomento, c’è una cosa a cui devo prestare attenzione, l’inquilina di questa Fattoria l’Isabel, che è nota per le sue strane abitudini alimentari, non è vegetariana, anzi mi sa che uno dei suoi piatti preferiti sia il coniglio, ma io dico con tanti polli e galline che ci sono nel pollaio e che si possono pure fare “in umido” debba venire dare noia a me? Capirai se me lascio accalappiare da lei, anzi, stia solo attenta se no vuole che gli crei un incidente diplomatico alla Casa Bianca con Obama!
Ho notato nella carta geografica italiana che la Fattoria dove io vivo, non è molto distante dalla città di Roma. Siccome io in America vivevo non molto lontana della città di Rome in Giorgia, ho pensato, che differenza fa se al posto della “E, c'è una “A?  In fondo le due città si siedano sopra sette colli, sicuramente saranno gemelle, benissimo, ogni tanto se mi verrà nostalgia di ROME ci andrò a ROMA a rallegrare l’occhio. Ho notato poi che i romani hanno in città la statua dei miei amici Romolo e Remo, ma io dico, non'è che l’hanno presa dalla contea di Floyd quella che ci aveva regalato Mussolini ai suoi tempi? O sarà invece che quei due hanno chiesto pure loro asilo politico come me’?  Andrò a fare delle indagini in proposito!
 Cambiamo una'altra volta argomento, io sono un po' arrabbiata perché nonostante tutte le mie precauzioni mi sono nati sei maschietti, pensate qui in Fattoria per festeggiare l’avvenimento, hanno messo pure dei fiocchi azzurri dappertutto, ma a me sinceramente di 'Azzurro’ avrei preferito solo quella di Celentano! Speriamo comunque che sia l’ultima volta, non voglio fare la fine della mia amica inglese Amy, una coniglietta simpatica e gigantesca che poveraccia dopo che aveva partorito una trentina di coniglini, alla fine TRAC…, gli ha preso un infarto ed è morta, tanto è vero che non ha potuto partecipare allo show televisivo dei Guinness dei Primati, vi rendete conto? Che peccato!
Purtroppo vi devo dire che con la nascita dei mie sei coniglietti io sono ingrassata almeno di 2 kg e ora sono costretta ad andare in palestra per riacquistare il mio giro vita tipo “vespina”, ma nel frattempo che faccio gli esercizi mettiamoci pure gli auricolari per ascoltare il mio programma preferito su Radio 2, il “ Il Ruggito del coniglio”… che fatica però e  che sudata mamma mia, ma devo farcela, devo essere in forma  perché da quando ho visto quel bel’ coniglione rosa in Tv che fa la pubblicità ai biscotti è chiaro che non mi sono tolto più della  testa. E’ va bene, lo so, lo so che è innamorato di Lucia ma chissà io gli venga a piacere suonandogli con il mio Ukulele ( ho imparato in  “A Qualcuno piace caldo”),  è questo sicuramente  giocherà  a mio favore, non vi pare?. Chissà riescono a convincere questo mio bellissimo coniglione paffutello a fidanzarsi con me?
A proposito del Ukulele sapete che questo istrumento era un adattamento hawaiano di origini portoghese? Diciamolo che oltre che al baccalà qualcosa di buono  fanno questi in Portogallo, però!
Ora vi lascio perché ahimè, devo andare a sfamare tutta questa mia tribù di sei coniglietti e mi sa che sono in arrivo altri tanti, comincio a pensare che non è valso la pena lasciare gli USA e le piantagione di cottone. Qui ci sono le piantagione di granturco e mais e anche se io non ci lavoro la schiavitù è la stessa, avevano ragione quando dicevano ….
 < - sai piccina mia, da quando il mondo è mondo le conigline continueranno sempre a fare tanti coniglini>' ah … Martin, Martin perché non ci sei più …
… dimenticavo… la traduzione di ‘Hi gorgeous! how are you?I'm Giorgina''

 ''Ciao come stai, bello? Io sono Giorgina…

Nessun commento:

Posta un commento